Francesco Lucchese vince il primo premio di categoria al Concorso Internazionale “Musica Insieme”

Ha solo 10 anni, ma ha già capito una delle lezioni importanti della vita: con l’impegno e la motivazione i traguardi si raggiungono.

Ovviamente per Francesco Lucchese, giovanissimo trombettista in forza alla banda giovanile, i traguardi sono al momento soprattutto da inseguire; ma lui non si scompone, basti sapere che ha da poco vinto il primo premio di categoria all’11° Concorso Internazionale “Musica Insieme” per solisti di Musile di Piave.

Un riconoscimento che premia le capacità ed il lavoro di Francesco, cresciuto in una famiglia di musicisti e allievo del M° Fabio Fazio, visibilmente soddisfatto del risultato.

Di seguito un resoconto della breve chiacchierata con allievo e maestro.

 

Francesco, come prima cosa ti chiedo di parlarci del tuo percorso musicale

 

“Ho cominciato a 6 anni, in famiglia il nonno suonava la tromba e a me piaceva ascoltarlo; ricordo che ero felice di iniziare a suonare la tromba. Mi sono subito trovato bene con Fabio (Fazio, l’insegnante ndr), mi corregge e mi aiuta a capire come studiare.

Da due anni suono nella Banda Giovanile e quest’anno concluderò il Corso Base e farò l’esame di fine corso.”

 

Parliamo del concorso che hai recentemente vinto

 

Francesco:”Fabio ha notato delle capacità ed ha pensato che fossi pronto per un concorso; sono il primo suo allievo a partecipare ad un concorso e questo mi ha reso ancora più motivato a fare una bella figura. Così, quando è stato il momento di suonare davanti alla commissione ho pensato solo che dovevo suonare il meglio possibile.”

 

E il risultato è stato ottimo…

 

Francesco:”Sì, ho preso un punteggio di 96/100 e mi sono classificato al primo posto della mia categoria; ero felice di sentire che avevo suonato bene ed emozionato per il punteggio.”

 

Fabio:”Entrare nella “sfera del concorso” permette di confrontarsi con dei coetanei ed è un’esperienza gratificante. Oltre a misurarsi con giuria e pubblico, la sfida vera è con sé stessi, bisogna tirare fuori la propria personalità.”

 

Abbiamo parlato di passato e presente, dal futuro cosa ti aspetti?

 

Francesco:”Voglio diventare molto bravo, ho anche voglia di suonare in concerto. Prossimamente suonerò con la Banda Giovanile al saggio di fine anno e a settembre. Parteciperò anche ad un altro concorso a Povoletto a fine giugno e dal prossimo anno scolastico suonerò nella Filarmonica.”

 

Fabio:”Francesco ha un mix di doti musicali e motivazione, studia, si impegna ed ha carattere, essenziale per superare le difficoltà; inoltre ha una forte autostima, un’autostima equilibrata, positiva, tutte qualità importanti per la sua età. Penso che l’attività sportiva lo aiuti a gestire meglio lo stress fisico labbiale che chi suona la tromba deve sopportare.”

 

Siamo sicuri che la determinazione che traspare delle poche – ma chiare – parole di Francesco sarà il motore per ulteriori future soddisfazioni.

I migliori auguri e complimenti da tutta l’Associazione Filarmonica di Cordenons!!