Nuovo Presidente e Direttivo per la Filarmonica

Si sono svolte nel mese di febbraio le elezioni per il rinnovo delle cariche associative della Filarmonica per il triennio 2018-2021. La presidente uscente, nonché neo-mamma, Anna Gobbo lascia lo scettro alla giovanissima Daniela Cipriani che, con soli 23 anni, risulta essere la presidente più giovane nella storia dell’Associazione ed anche nel panorama delle bande regionali e, forse, anche nazionali. Sarà affiancata nel suo mandato dal vice-presidente Mario De Piero mentre il ruolo di segretario-tesoriere toccherà proprio ad Anna Gobbo. Tra i consiglieri risultano confermati Lorenzo Baldo e il rientrante Gabriele Peresson. Si affacciano invece per la prima volta a questa esperienza Michela Balsamo e Andrea Grandi. Andrea Gobbo resta invece consigliere onorario.

 

“Questo nuovo incarico rappresenta un’apprezzamento per il lavoro svolto in qualità di vice-presidente e una dimostrazione di fiducia da parte degli associati – ha detto la neo-presidente. È doveroso ringraziare da parte mia la presidente uscente Anna Gobbo per aver lavorato con passione e dedizione per la crescita del gruppo bandistico e, soprattutto, per la scuola di musica ad essa collegata. Infatti ad oggi le iscrizioni sono arrivate a quota 34 allievi con una maggiore incidenza di ragazzi tra i 9 e i 15 anni. Sarà necessario –prosegue la presidente- continuare a investire nei giovani gran parte delle risorse e del tempo disponibili perché sono loro il nostro futuro.

 

La musica è uno strumento indispensabile che permette di esplorare la propria emotività e di scoprire la dimensione interiore. È una forma comunicativa complessa e globale: attraverso l’esperienza musicale si possono infatti sviluppare competenze corporee, motorie, percettive, affettive, relazionali, espressive, comunicative, creative e cognitive. Ecco perché è importante per noi coinvolgere tutte le fasce d’età: dalla prima infanzia, a cui viene proposto il corso di propedeutica, all’età adulta.

 

Per quanto riguarda invece il gruppo bandistico, bisognerà puntare molto sulla creazione di concerti e spettacoli all’avanguardia, che prevedano anche il coinvolgimento di altre realtà. Questo consentirà di ampliare il repertorio musicale e di migliorarne il livello; inoltre darà la possibilità di far conoscere la Filarmonica cittadina sul territorio regionale ed extra-regionale attraverso scambi musicali e culturali.

 

Gli obiettivi da raggiungere sono molti – conclude la presidente – ma ripongo grande fiducia verso il nuovo direttivo e verso tutti gli associati. Siamo un gruppo eterogeneo e con grandi potenzialità. Riusciremo a migliorarci e a crescere numericamente e musicalmente.”